Skip to main content

Tuttocade è il terzo singolo del cantautore Daniele Paolucci, in arte Montegro, disponibile sulle principali piattaforme digitali a partire da giovedì 23 luglio.

Tuttocade, dicevamo. Tuttoattaccato, è chiaro! Perché cadere significa abbandonarsi all’apnea, che regala una sensazione di ebbrezza per la quale ci si sente estremamente vivi ed attaccati alla realtà.

Montegro ci accompagna in una Roma fatta di tramonti estivi da immortalare, dei colori vivi di metà luglio, di odori da imprimere nei polmoni.

Eppure, tutto intorno sembra essere fatto di parole vuote pronunciate come sentenze e di libertà negate. Il cantautore abruzzese, ormai romano di adozione, a questo preferisce l’abisso: allora cadere diventa una scelta necessaria e cosciente.

È un po’ come quando ci si tuffa da una scogliera alta: un unico grande respiro e si salta giù, fino al fondo, per poi riconquistare la superficie, rigenerati. Questa consapevolezza fa sì che la caduta allora diventi un tuffo; verso l’ignoto, sicuramente, ma fatto a partire dalla volontà di cercare qualcosa di diverso, di abbandonare per un attimo una normalità soffocante.

Le figure disegnate da Diletta Fagni in copertina indossano costumi da bagno, pronti a buttarsi in acque sconosciute, sicuri di ciò che fanno. E sono due queste figure, perché in un percorso simile è fondamentale che ci sia qualcuno pronto a stringerci la mano, in un rapporto di fiducia e protezione reciproche.

Tuttocade è un abbandonarsi alla gravità, è un atto di fede nei confronti della libertà reso attraverso un testo immediato e sincero. La voce di Montegro graffia l’ascoltatore, lo sveglia e lo invita a saltare giù. Il potere nostalgico e malinconiche delle parole è accompagnato da sonorità fresche ed estive, sulle quali spiccano melodie latineggianti che richiamano epoche e luoghi lontani.

Ancora una volta, Montegro ci porta altrove ancorandoci, allo stesso tempo, alla realtà.

altro dal blog

recensioni
11/02/2018

Fra quasi otto miliardi di persone

Frah Quintale @ Heartz Club 02/02/18: Kate 1x04 fra quasi otto miliardi di persone. Venerdì 2 febbraio, quarto e ultimo appuntamento della rassegna musicale “Kate”, firmata Staradio e tutta pensata…
recensioni
11/06/2022

Figli delle stelle, questo è un vero sentimento: report dal Mi Ami 2022

Mi Ami 2022: umano, irrazionale, magico, animale. È il motto della sedicesima edizione del Mi Ami, il festival della Musica Importante a Milano. La prima edizione di Mi Ami dopo…
recensioni
06/05/2018

La verità è che non c’è niente che sia per sempre

Se c’è una cosa che ho sempre cercato di fare, è avvicinare canzoni, spesso dei generi più disparati e lontani tra loro, sulla base di un comune tema di fondo…
recensioni
08/04/2018

The Zen Circus. La rivoluzione, le piazze vuote, il cinismo

Se c’è una cosa che mi ha sempre colpito degli Zen Circus è il loro modo di porsi nei confronti della realtà sociale. Assumono, infatti, un atteggiamento sempre molto chiaro,…
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/


staradio.it@gmail.com
WhatsApp + SMS: 331.2328328