Skip to main content

TROVI LA PLAYLIST COSENUOVE #00
IN FONDO ALL’ARTICOLO!

 

Hey, ciao! Questo è il primo articolo pubblicato sul nuovo sito di Staradio: oltre a lanciare il nuovo sito – di cui la redazione è molto orgogliosa! – questo articolo che stai leggendo ora serve per presentarti la nuova veste di COSENUOVE, la playlist di Staradio che raccoglie le nuove uscite musicali e che torna dopo una lunga pausa estiva. COSE NUOVE è stata una playlist Spotify curata da Staradio e aggiornata di settimana in settimana per un po’ più di un anno, circa da marzo 2020 a giugno 2021, ma già da diversi mesi prima del primo lockdown era una carrellata di storie Instragram che ogni fine settimana raccoglieva e selezionava il meglio delle nuove uscite settimanali, perlopiù italiane ma anche un po’ internazionali. L’appuntamento diventa da oggi mensile e tutta la redazione di Staradio spera che capiterai spesso da queste parti.

Sei su COSENUOVE, buona lettura e buon ascolto!

Non tutto si trova su Spotify. Fa un po’ ridere scriverlo su un articolo fatto per lanciare una playlist che sta proprio su Spotify, ma come dice Tommaso Cappelato su Rumore #356 (settembre 2021): “Il problema è che su Bandcamp non puoi fare playlist.” L’inchiesta di Rumore – sette facciate, con diverse testimonianze, opinioni, storie e possibili esempi da seguire – pone l’attenzione su una questione abbastanza centrale della filiera musicale, ovvero la ridistribuzione dei compensi derivati dallo streaming.

Non tutto si trova su Spotify

Ce la fai a immaginare in questo momento di disinstallare Spotify dai tuoi dispositivi e inizare a fruire musica unicamente in altri modi? Forse sì. Per chi scrive sarebbe una cosa estremamente impegnativa. Resta comunque, pur in questa difficoltà individuale, la necessità collettiva di interrogarsi su come potrebbe reggersi in maniera più sostenibile tutta la faccenda. Possiamo, ad esempio, iniziare a familiarizzare con una diversificazione delle fonti da cui prendiamo quello che ascoltiamo. Anche se già a dirlo sembra di una scomodità incredibile, vero? Però a volte la scelta più scomoda è anche la più sostenibile, insomma: la verdura del contadino è più buona, no? Ed ha un impatto ambientale diverso, in teoria. Però non è così semplice: forse avere il tempo di andare al mercato è un privilegio che non hanno tutte le persone. Forse, ancora, è un privilegio pure potersi pagare Spotify. Insomma, siamo di nuovo a quel vecchio discorso del consumo etico, applicato all’industria culturale, che però in un sistema di grandi diseguaglianze economiche è molto complesso e non proprio semplice da affrontare – figurati da risolvere. Ma non ha molto senso – e non sembra particolarmente costruttivo – stare qui a dire che Spotify è grande e cattivo. Spotify è semplicemente Spotify. È il capitalismo, semmai, il problema.

Ma questa è un’altra storia.

Questo articolo fatto per lanciare una playlist su Spotify, quindi, vuole in realtà consigliarti di andare su Bandcamp e ascoltare il nuovo disco del quartetto formato da Lee Ranaldo, Jim Jarmusch (sì, proprio lui, non un omonimo), Marc Urselli e Balazs Pandi. “Eh però, da Bandcamp non posso farci la storia su Instagram” (a parte che sì, basta fare uno screen, però ok) ma te vuoi ascoltare un bel disco, non far vedere che hai ascoltato quella canzone. O sbaglio?

L’altro consiglio è invece quello di alzare il volume, premere play e prendere la tangente verso una stupenda e sorprendente realtà parallela:

Nel link in fondo trovi invece il recuperone degli ultimi mesi senza COSE NUOVE settimanale. In COSENUOVE #00 troverai: Emma Nolde con Generic Animal, un disco nuovo di Matilde Davoli (in copertina) dopo 6 anni, il grande ritorno dei Labradors, il singolo d’esordio di Lamecca, una canzone di Elvis Costello, la piacevole sorpresa di fine estate del disco di R.Y.F., il lavoro d’esordio di Julia Bardo, un EP di Laura Agnusdei, una canzone dei Lagoona e poi KOKO, Blanco, Mèsa, Giorgio Poi, Tommi boy, Francesco Pecs, Laila Al Habash, Angelo Trabace, Caveleon, i Tauro Boys e ancora altre COSENUOVE che forse non avevi ancora ascoltato.

Questa è COSENUOVE #00 e ci sono le canzoni uscite da luglio a ottobre 2021 che non avresti dovuto perderti.

in copertina: Matilde Davoli
foto: Charlie Davoli
artwork: Elenora Peritore

altro dal blog

recensioni
15/04/2018

In questa terra di amore e di violenza. Volume 2

L’amore e la violenza vol. 2 è l’ottavo album in studio dei Baustelle, uscito lo scorso 23 marzo, a circa un anno di distanza dall’album precedente che lo ha ispirato.…
recensioni
08/04/2018

The Zen Circus. La rivoluzione, le piazze vuote, il cinismo

Se c’è una cosa che mi ha sempre colpito degli Zen Circus è il loro modo di porsi nei confronti della realtà sociale. Assumono, infatti, un atteggiamento sempre molto chiaro,…
andreotti staradiorecensioni
10/04/2020

Voglio tornare negli anni ’70: il pop vintage e psichedelico di Andreotti

Andreotti si aggiunge alla lista degli artisti mascherati della scena musicale italiana. Dopo Liberato, Myss Keta, Mezzosangue e Junior Cally abbiamo il piacere di scoprire, si fa per dire ovviamente,…
recensioni
02/04/2018

Bauman, Brunori e Baustelle: la vita e la società liquida

“Brunori a Teatro. Canzoni e monologhi sull’incertezza” è il concept che sta accompagnando Brunori Sas attraverso vari teatri italiani, contesti ideali per la musica d’autore, che può essere meglio raccontata…
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/


staradio.it@gmail.com
WhatsApp + SMS: 331.2328328