Skip to main content

Il 20 novembre è uscito per la casa discografica Blackcandy Produzioni il secondo album solista di Carmelo Pipitone, Segreto Pubblico. Abbiamo fatto il lavoro sporco per voi, ascoltandolo.

Il chitarrista di Marta sui Tubi aveva già anticipato l’uscita con due singoli, Le mani di Rodolfo e Gabriè (che era l’amico di tutti e guardava il mondo sorridendo. Noi eravamo troppo stupidi per capirlo e lo siamo ancora). È già intuibile, dai due estratti, l’anima dell’album: più tetra del solito, più cupa; 11 brani di esplorazione urbana di zone mentali non riqualificate.

La presentazione fatta da lui stesso parla di “terrore, ricordi di felicità, mani che sfiorano, amici scomparsi, lettere perdute nel tempo, sogni, incubi, passioni, abusi, cadute e ricadute, vertigini della mente, allucinazioni e ossessioni”.

Descrizione più che mai esatta. Le sonorità a volte graffianti e a volte romantiche, cullanti (Lei, Ogni giorno e io) e l’inconfondibile originalità linguistica di Carmelo Pipitone (Gabriè, Abbuccamo), marcano ancora di più il carattere ossimorico dell’album.

Che l’album si ascolti un brano dopo l’altro o che ci si soffermi su ogni singola canzone, quello che resta è il risveglio dell’inquietudine personale, dei pensieri, dei fantasmi, come su una scacchiera 3D.

Album sicuramente da ascoltare: affascinantissimo e disturbante.

altro dal blog

recensioni
08/04/2018

The Zen Circus. La rivoluzione, le piazze vuote, il cinismo

Se c’è una cosa che mi ha sempre colpito degli Zen Circus è il loro modo di porsi nei confronti della realtà sociale. Assumono, infatti, un atteggiamento sempre molto chiaro,…
Mòn Liverecensioni
05/11/2018

KATE 2×01 – Mòn

Lo scorso venerdì noi di Staradio siamo tornati a Fermo. Con noi c’era Kate che, dopo essersi presa una lunga pausa estiva, è pronta a partecipare a tutte le date…
recensioni
02/04/2018

Bauman, Brunori e Baustelle: la vita e la società liquida

“Brunori a Teatro. Canzoni e monologhi sull’incertezza” è il concept che sta accompagnando Brunori Sas attraverso vari teatri italiani, contesti ideali per la musica d’autore, che può essere meglio raccontata…
recensioni
07/03/2021

Un paese di musichette (leggerissime) mentre fuori c’è la morte

“Un paese di musichette mentre fuori c’è la morte”. Recita così la frase che introduce “Mai dire mai” (La locura), il brano presentato da Willie Peyote a Sanremo 2021. La…
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/


staradio.it@gmail.com
WhatsApp + SMS: 331.2328328