Skip to main content

Controllate bene la vostra cassetta postale perché a mezzanotte è uscito “Lettere.”, il singolo di esordio dei Duaflox.

I Duaflox sono un duo formato da Alessandro e Paolo De Gregoriis, fratelli gemelli nati e cresciuti nella provincia di Teramo. I due suonano insieme sin da piccolissimi e, dopo diverse esperienze in vari gruppi musicali, hanno deciso di iniziare a scrivere e cantare insieme creando un nuovo progetto.

Il brano, prima di essere pubblicato su tutti i digital store e servizi streaming, era stato preceduto da alcune cover postate sulle pagine social ufficiali dei Duaflox, che hanno così dato un assaggio delle loro abilità e del loro stile in fatto di musica.

“Scriverti ancora lettere”, suona proprio così il travolgente ritornello del brano che, grazie alla sua capacità di stamparsi subito in testa e alle sue sonorità frizzanti e vintage, prende di diritto un posto all’interno della scena indie-pop (per i più navigati it-pop) italiana: un panorama musicale da cui i Duaflox hanno tratto la maggior parte della loro influenza e delle loro idee per dar vita a questo nuovo progetto.

Di fatti il testo del brano si compone di un linguaggio fresco e moderno, che riprende la nuova scuola del cantautorato italiano lanciata e resa popolare da artisti come Calcutta, Gazzelle e Canova.

Il singolo è stato inoltre prodotto dal duo con la collaborazione di Nacor Fischetti dei La Rua, conosciuto nella sua veste da produttore come N-Core.

“Lettere. sarà un brano che vi farà sorridere e poi riaccenderà la vostra malinconia, l’emozione che prevarrà dipende da voi, dal vostro stato d’animo e da che periodo state vivendo della vostra vita."

“Magari penserete ad una persona in particolare, chissà. È questo ciò che facciamo, raccontiamo storie, esperienze, le mettiamo in musica, le cantiamo, poi ogni uno la interpreta a modo suo, ci mette del suo. È questo il bello della musica, giusto?” – dichiarano i due fratelli.

Non vi resta dunque che aprire la cassetta postale sotto all’articolo, ascoltare il brano d’esordio dei Duaflox e lasciare che “Lettere.” arrivi a destinazione.

Avvertenze: il ritornello del brano ha un alto grado di contagiosità, Staradio consiglia di ascoltare con cautela e non creare assembramenti durante la riproduzione.

altro dal blog

recensioni
27/03/2020

“Nati diversi”. “Rovistando” nel cassetto di Gianni Bismark

Capita spesso, soprattutto durante questi giorni di quarantena in cui si è barricati fra le mura domestiche e si cerca di rendere le proprie giornate produttive, di imbattersi nel riordinare…
vetro montegro staradiorecensioni
20/05/2020

“Vetro” e il nostro bisogno di nuove canzoni

Supponiamo un estremo bisogno di scrivere, per conoscersi e farsi conoscere; supponiamo una costante ricerca di risposte a domande forse troppo grandi; supponiamo la musica come viaggio per ritrovare se…
franco 126 mamamiarecensioni
27/03/2019

MAMAMIA, CHE FORTE FRANCO126!

Fans in delirio per la tappa marchigiana del tour: giovani anche da fuori regione sono accorsi per godersi il nuovo album da ‘single’ di Federico Bertolino, alias Franco126. Un pubblico…
recensioni
07/03/2021

Un paese di musichette (leggerissime) mentre fuori c’è la morte

“Un paese di musichette mentre fuori c’è la morte”. Recita così la frase che introduce “Mai dire mai” (La locura), il brano presentato da Willie Peyote a Sanremo 2021. La…
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/
la musica è bella, però regolatevi / la musica è bella, però regolatevi/


staradio.it@gmail.com
WhatsApp + SMS: 331.2328328