Category: BlogTag: , , , ,

Sabato scorso siamo stati ospiti di una nuovissima rassegna musicale al Caffè La Piazza di Monte Urano (FM).

La rassegna si chiama Reset ed è al secondo appuntamento.

Dopo Bucha da Roma è tempo di Nòe. Ragazza siciliana trapiantata nel caos milanese. Caos che assolutamente non si percepisce nella sua musica. Anzi tutto il contrario. Bellissimi testi con melodie che riescono a stregarti. E trascinarti in un limbo emozionale dove le sue storie ti appartengono. Dove sei tu a viverle. E ti senti vicino. Dentro ad ogni storia.

Abbiamo avuto modo di conoscere Nòe questa estate per il lancio del suo ultimo singolo “La vita è bellissima” (Leggi Articolo – link) Ci siamo da subito appassionati al suo progetto. L’abbiamo vista girare l’italia, durante il suo tour, su un furgoncino rosso noleggiato nelle Marche. E quando pensi di saperne abbastanza ti riesce a stupire. Nessuno si aspettava la presenza sul palco di un contrabbasso suonato da un bravissimo Antonio Diotallevi. Suono caldo. Vivace. Lento. Corposo. Penetrante. Il tutto addolcito da una voce magnifica e una chitarra folk suonata dalla stessa Nòe.

Si descrive come un’eterna indecisa. E lo si intuisce nel brano Non lo so. Eppure sembra sapere molto bene cosa vuole. Dove arrivare. Come arrivarci. Oppure forse come in Manifesto di un giorno X si lascia semplicemente guindare dal ritmo del suono. In scaletta per la seconda di Resetalcuni dei brani in anteprima che faranno farte del nuovo disco di Nòe. Vi anticipo che sarà una bomba.

L’apertura di serata è affidata ad Adelchi, cantautore marchigino, e alla sua band quasi tutta al femminile.

Situazione molto calda ed amichevole quella del Reset di Monte Urano.

Il prossimo appuntamento è per il 1° Dicembre con Suvari e l’opening di Broonzy un nuovissimo progetto di cui ancora non si sa moltissimo.

di Antonio Bhac

Foto di Giorgia Zamboni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *