Category: Band, BlogTag:

Quella di venerdì scorso al Dejavu di Sant’Egidio alla Vibrata è stata per me la prima occasione di sentirli live. È andato tutto come speravo. Anche questa volta, nessuna aspettativa delusa e tanta, troppa ammirazione per quei sei Pinguini che, poco più grandi di me, hanno già rimosso i propri sogni dal cassetto e se li sono messi in tasca insieme a tre album usciti nel giro di pochissimo tempo.

Non riesco a definirlo “concerto” quello a cui ho partecipato. È stato piuttosto un insieme di ingredienti: canzoni, sorrisi, storie di fallimenti, spensieratezza. Tutti ben amalgamati in un’atmosfera intima che mi ha fatto sentire così vicina a loro che mi sembrava di conoscerli da sempre.

La musica è continuata anche fuori, al loro banchetto, tra una stretta di mano e qualche abbraccio, tra un cd appena comprato e chi, con sguardo pieno di umile riconoscenza, ti lascia una firma e scambia due chiacchiere con te, proprio come due amici al bar, davanti all’ennesimo caffè.

Come spesso accade, la mattina dopo mi sono svegliata con un po’ di sana malinconia addosso, con quel vuoto di chi ha appena salutato una persona speciale e pensa già a quando poterla rincontrare.

Monica

Pic Gianluca David

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *