Category: Band, Blog, IntervisteTag: , , ,

Quindie.

Puntata – Martedì 23.01.2018

Intervista Ombre Cinesi – Donato Maiuri / Roberto Sticchi

Ciao! Come va ragazzi? E poi… dove siete?

Benissimo! Siamo nel nostro studio di registrazione… anzi, in realtà siamo anche sottoterra. A Taranto, in Via Lombardia 24, come il nome del nostro album.

Ecco, a proposito di nomi, Ombre Cinesi… perché Ombre Cinesi?

Beh, in realtà Ombre Cinesi per noi ha un significato molto importante… No, non è vero c’è venuto così a caso, completamente! Si, c’è una canzone di Gazzelle in cui dice “due ombre cinesi”, però ne abbiamo provati così tanti, alla fine abbiamo scelto questo. Ha comunque qualcosa di poetico, il contrasto fra la luce e il buio che si ritrova nelle atmosfere del nostro album.

Dato che siete nello studio di registrazione, sorge spontanea una domanda. Avete prodotto tanti artisti, tra cui Melga ad esempio. Da cosa deriva, ora, la necessità di partecipare alla scena musicale in prima linea?

Abbiamo sentito l’esigenza di metterci del nostro all’interno delle produzioni. Eravamo sempre lì ad arrangiare i brani per i nostri artisti o per delle etichette, ma, arrivati ad un certo punto abbiamo detto: “Vogliamo fare cose nostre”. Io e Donato collaboriamo da tanto tempo ed era arrivato anche il momento di produrre per noi stessi.

Abbiamo visto che state seguendo la promozione per una novità che uscirà a breve. Sui vostri canali social avete lanciato l’idea della fragola. Vi aspettavate quello che è successo? 

Ragà, è successo proprio un casino. È partita questa sfida completamente a caso: abbiamo chiesto ai nostri followers di inviarci una foto più o meno censurata dall’emoji di una fragola. Ci sono arrivate tipo mille foto e, tra queste foto, abbiamo dovuto fare una grande selezione… perché c’era veramente di tutto! Questa fragola è finita ovunque! Il tutto finirà nel video di “Fior di fragola”, in uscita venerdì 26 gennaio.

Come avete anticipato, il vostro album si chiama “Via Lombardia 24”, luogo dove si trova lo studio di registrazione. Raccontateci il mondo che racchiude “Casa Ahurea”.

Dietro e dentro “Casa Ahurea” c’è un impegno che portiamo avanti da più di qualche anno. Per noi rappresenta tanto, passiamo qui giorno e notte ed è stato, per ora, il risultato massimo della nostra dedizione.

All’interno del disco, c’è un pezzo a cui siete particolarmente legati?

Si, il pezzo “Cose sconosciute”. Il più breve ma forse il più introspettivo.

Bene ragazzi! Noi intanto aspettiamo venerdì per vederci il video di “Fior di fragola”… La sappiamo l’ora di pubblicazione? La possiamo spoilerare?

Eh no, quello non si può sapere…

Ok, quindi venerdì: random! Saremo collegati da mezzanotte a cercare ovunque il video. Refresh h24! Intanto vi ringraziamo per essere stati con noi e vi aspettiamo live, dalle nostre parti! Vi salutiamo ascoltando il vostro secondo singolo, “Nei”.

Grazie a voi di Staradio! A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *