Category: Blog, IntervisteTag: , , , , ,

Ci siamo fatti quattro chiacchiere con i Keet & More, band country blues della scena romana che si esibirà giovedì 23 Maggio ad Urbino per la sesta edizione de “Il Parco ARTbiotico” insieme a BORE (il pAB Contest 2019 winner), FRED OSTILE E LE ZANZARE PIGRE, LA MUNICIPAL, CACAO MENTAL, EMMANUELLE.

I Keet & More nascono a Roma nell’estate 2016 da un’idea di Luca Del Rosso, Lorenzo Spinato e Mario Rea.

“Overalls” è il loro disco d’esordio, registrato presso Impronte Records con la produzione artistica di Claudio Zampa e Flavio Zampa.

Undici brani che spaziano dall’allegria del traditional folk a ballad più malinconiche, per un disco dal sound pulito e vivace.

Ciao ragazzi, il nome del vostro progetto rimanda immediatamente ad un celebre modo di dire abruzzese/romano. Di dove siete? Ci raccontate l’origine del gruppo?

In realtà proviene dal sud Italia, un nostro amico di Cosenza di ha illuminato. Poi ci piaceva l’idea di ‘inglesizzare’ qualcosa di italianissimo. Ci piace dire che “veniamo da Roma, ma non siamo di Roma” siamo stati adottati da questa splendida città.

Il vostro brano più fortunato, Moody Mama, fonde sonorità e atmosfere country, con un video irriverente, che non si prende troppo sul serio. Come a dire “sappiamo di poter sembrare anacronistici, ma l’importante è suonare e divertirci insieme”. Quali sono i vostri riferimenti estetici e musicali rispetto al mondo di cui vi sentite parte?

Ma quali anacronistici, noi siamo vecchi e basta! (smile) Di base ci ispiriamo a tutta la corrente western – da qui il genere speed-western. Cerchiamo di renderlo vivo in tutte le nostre canzoni.

Avete influenze – o meglio dire suggestioni – che invece derivano, per approccio o per gusti personali, da altri generi o ambienti musicali?

Certo, tutti e tre abbiamo gusti differenti ma simili. Ad esempio Luca va matto per il blues, Lorenzo per l’irish folk e Mario per il rock’n’roll.

Ok, avete visto Peaky Blinders?

Ehm… no!

 E “La ballata di Buster Scruggs” dei fratelli Coen?

Mmmm neanche, però posso dirti che siamo affezionati a “Fratello, dove sei?” dei fratelli Coen.
Adoriamo soprattutto la colonna sonora

Il vostro whiskey preferito? Che whiskey consigliate a chi non è un grande esperto/appasionato?

Da buoni abbbbruzzesi siamo fedeli alla Genziana, non al whiskey. Su questa possiamo darti mille consigli! 

Abbiamo visto che state facendo parecchie date. Ci raccontate qualche aneddoto dal tour? Tipo uno divertente e uno imbarazzante. Se coincidono, ditecene uno che vi pare.

Direi che tutti i nostri aneddoti sono principalmente imbarazzanti più che divertenti. Comunque uno per il quale stiamo ancora ridendo è quando dopo una data a Berlino, a marzo, eravamo in hotel. Lorenzo ha il vizio di dormire nudo e sfortunatamente quella volta aveva il letto difronte alla porta. La mattina successiva entra un’inserviente che potete ben immaginare cosa si è ritrovata davanti. Ovviamente è scappata.

Grazie e a presto!

Vi lasciamo con il loro ultimo video “See You Again” diretto da Matteo Casilli.

Keet & More on FB

Il Parco ARTbiotico – Giovedì 23 Maggio – Urbino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *