Di Simone Perrone, Lecce, classe ’87, e del suo progetto “Blumosso”, ne avevamo già parlato qui, articolo in cui recensivamo il suo album di esordio, “In un baule di personalità multiple”, attraverso una serie di brevi analisi testuali dei brani che vi comparivano. Simone ci ha inviato il suo nuovo singolo, “Considerazioni sulla vita”, e non abbiamo potuto fare a meno di scriverci due righe sopra.

Prodotto con la collaborazione di Matteo Bemolle (tastiere), Roberto Fedele (batteria) e RafQu (chitarre), il brano può essere definito un tentativo (ben riuscito!) esistenziale di approccio alla realtà attraverso una serie, appunto, di considerazioni sulla stessa e sul suo modo di funzionare. Si parte dagli avvenimenti che accomunano tutti e che si verificano in momenti diversi dell’esistenza: il primo schiaffo ricevuto, la perdita della verginità, il primo amore che se ne va e che lascia un’amara delusione, i tempi dell’università. In tutto questo, occorre avere un atteggiamento, per così dire, spavaldo e affrontare i momenti belli e difficili che la vita offre: se arriva una giornata di sole, allunga il braccio e prendila e se il destino ti mette alla prova, tu nel dubbio accelera. E, come parte integrante del percorso di vita stesso, si parla della morte come di esperienza anch’essa da affrontare, nonostante la paura che ne derivi.

Un brano pieno di importanza per il tema trattato ma, nonostante ciò, si comprende il tentativo di Blumosso di rimanere ad un gradino più in basso, di vivere la vita salendo, piano piano, la lunga scalinata che essa mette davanti.

Noi di Staradio auguriamo a Simone tanta fortuna per la diffusione del suo nuovo singolo, credendo in lui e nelle sue preziose parole.

 

Articolo di Monica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *